❥ MESSAGGI IN BOTTIGLIA ❥

❥ DICONO DI NOI:

questi messaggi commoventi  ci fanno felici !

È stato bellissimo conoscere “La casa della mucica” e tutte le splendide persone che lavorando con dedizione ogni giorno dando il meglio di sé. In questo magico mondo creativo i bambini ogni giorno scoprono qualcosa di nuovo e imparano a “sentire” il mondo! Grazie a tutti voi da Umberto, mamma e papà ❤️

Umberto, mamma e papà

Una vita in armonia con il mondo, questo è ciò che vogliamo per i nostri figli, e la Casa della Musica rappresenta per me un aiuto valido per sviluppare al meglio la sfera emotiva di Umberto e la sua formazione, anche fuori dalle pareti domestiche.
Ringrazio tutti, da Maristella ad ogni collaboratore, per l’impegno e la competenza, oltre che l’amore,, che mettono in questa attività didattica e ludica.
Musica e scienza comunicano strettamente fra loro e credo che i piccoli ospiti della Casa siano nel posto giusto per diventare sempre più sicuri di sé e, al tempo stesso,piu’ sensibili. E magari fra un suono e una parola, impareranno a sentire che la propria vita può essere vissuta come un’opera d’arte..

Roberta Mendizza

La mia esperienza con la Casa della Musica è, direi, gioiosa e commovente. La mia bambina ha frequentato i 4 anni del ciclo, dai piccolissimi ai grandoni, più l’anno di Musica in culla. Insomma, è cresciuta tra quelle mura. Mura che lei ha sempre considerato “di casa”. Lo so perché quando la vedevo aggirarsi tra le stanze, lei si muoveva proprio come a casa, interagendo con le persone della Casa della Musica, in un modo profondamente familiare. E non intendo solo le educatrici, le insegnanti di musica, ma anche le signore che assistono i bambini, Lina e Sabrina.
Questa scuola e Maristella che la guida, ha l’eccezionalità del sentire. La professionalità, lo studio dei metodi educativi e di insegnamento sono “filtrati” dai sentimenti, dalle emozioni, dal cuore. Ho sempre avuto l’impressione che, prima passa l’affetto verso i bambini e poi, con molta naturalezza, passano le competenze. La prova del nove è stata per me, vedere questi bambini (parlo del gruppo di Margherita, mia figlia), a fine ciclo quadriennale, non solo felici ma – impressione netta che condivido con altre mamme – pronti per … andare oltre.
Insomma, non ho che da ringraziare tutti quanti, da Maristella a Valeria a Jerusa e a tutti gli altri, nessuno escluso, per la dedizione amorevole con la quale affrontano il loro lavoro. Il mio grazie è un po’ più “sentito” dell’ordinario: Margherita è una bambina con delle difficoltà nel motorio e, soprattutto, nel linguaggio. Questo ha comportato uno sforzo in più da parte di tutti, a cominciare da quando le si cucinava a parte perché non sapeva ancora masticare e deglutire insieme e, a finire, con l’attenzione dedicata alla sua integrazione col gruppo dei compagni. Bambini, ecco perché ho cognizione di causa, che le vogliono bene (e lei ricambia, eccome!) e che hanno mostrato sempre delicatezza nei suoi confronti. Questo vuol dire che, in quel contesto di scuola, hanno sviluppato una sensibilità per nulla scontata.
Il taglio che ha questa scuola, quello della Musica, è poi il suo valore aggiunto. Per quello che la Musica rappresenta e per come viene affrontata la materia.
La disciplina, la tenerezza, l’eleganza del pensiero, la gioia, lo spirito di condivisione delle emozioni, è ciò che vivevo da mamma e da adulta quando ho frequentato il laboratorio pomeridiano di Musica in culla, con Maristella e Jerusa. Margherita, sebbene avesse 2 anni, non sapeva ancora camminare, né parlare, eppure erano chiare le sensazioni di piacevolezza che assorbiva ad ogni incontro.
Sono i bambini, come sono cresciuti in questi 4 anni, con la loro brillantezza, sensibilità e dolcezza, preparazione a dare le più sincere risposte. il più sicuro ritorno, e a far trasparire l’esperienza che hanno vissuto nella loro scuola per l’Infanzia. Grazie anche a Roberto, Marta, Isabella, Alessandro, Vittoria, Emanuele, Licinia, Federico, Lidia, Antonio, Nicolò, Lucia, Leonardo, Giorgia, Orlando.

Anna Monterosso

La cosa pi§ straordinaria della Casa della musica è che è stata “casa” e “scuola” sia per il nostro cucciolo che per noi genitori. È stato un vero e proprio percorso di crescita e di maturazione cha ha coinvolto tutti, nostro figlio ed i suoi compagnucci in primis, ma anche tutti i genitori, riuscendo a creare quel senso unico di “famiglia”!! Ancora oggi che Riky sta per iniziare la seconda elementare e’ sia per lui che per noi, una grande gioia frequentare i corsi di musica di insieme, di percussioni, e le varie attività che la bravissima “Meristar”, con pazienza e passione organizza avvalendosi di professionisti di altissimo spessore e di grande umanità.
Alessandra e Marco

Alessandra Zappulla

Grande cuore e passione condite da una indiscussa professionalità e dedizione fanno di questo posto un luogo ideale e sicuro per iniziare i propri figli al percorso della vita. Questa è stata ed è per noi la cosa più importante che ci ha spinto senza dubbi a iscrivere nostra figlia… E le conferme sono arrivate immediatamente!

Lei ha trovato la sua dimensione e il suo equilibrio e noi ci sentiamo parte di un grande, vera famiglia..
Tra un anno sarà dura lasciarsi ma avremo già pronto il nostro secondogenito!!!!

Francesco e Daniela

Sono passati tanti anni.La casa della musica esiste sempre , e questo é un buon segno. Mia figlia adesso ha fatto 18 anni. Quando ne aveva 3 io cercai una buona scuola dove soprattutto potesse divertirsi e sentirsi come a casa sua. Avendo avuto già 2 figli alcuni anni prima, sapevo bene ció che cercavo. La cercai insieme a lei, ci facemmo un giro delle scuole della mia zona e non, erano pressoché posteggi per bambini. Quando approdammo al Doremì e successivamente alla Casa della musica, mia figlia se ne innamoró, ed io pure. Non voleva piú andar via, né quel primo giorno né ogni giorno dei successivi anni che frequentó la scuola. Mai un pianto, sempre contenta di entrare e scontenta di uscire e lasciare i giochi, la musica, le favole, le splendide maestre che misuravano e trovavano un attenzione diversa per ogni bambino a seconda le sue esigenze, le sue inclinazioni… E poi le gite, l incredibile coinvolgimento dei genitori e tanto altro ancora. E mia figlia lo ricorda ancora!
Nel corso degli anni mi é capitato di suggerire a molti La casa della musica e so che tutti sono rimasti contenti. Mi é capitato anche di seguire alcuni bambini con difficoltà(come logopedista) che frequentavano questa scuola: anche lì un attenzione, una cura, una sensibilità davvero preziose

Melania Costa

La casa della musica è la casa dei bambini e delle loro mamma, ve lo dice una mamma che ha ormai delle figlie grandi (14 e10 anni ) e che continua a frequentare la casa della musica da quando la più grande aveva 2anni e mezzo. Li ho sempre trovato accoglienza, comprensione, condivisione e tanta emozione, per loro e anche per me. Sembra scontato o banale tutto ciò, ma non lo è per niente, la società,la scuola, il mondo, fanno fatica a dare valore alla musica e soprattutto alle emozioni, è troppo importante invece trovare uno spazio reale dove vivere in contatto con l’emozioni , è qualcosa che s’impara da bambini e alla casa della musica lo sanno bene.

Cristina Lentini

Musica in culla e’ un laboratorio fantastico…. Grazie Maristella e Jerusa…siete bravissime  :- )

Adele

Cara Casa della Musica, sono Emilia del gruppo dei piccolissimi, questo anno insieme e’ stato stimolante, divertente e molto educativo. Insieme a voi, ogni giorno,e’ una scoperta di suoni, sapori e sensazioni nuove. Vi voglio tanto bene!

Grazie mamma per avere scelto per me la Casa della Musica.

Emilia

Ei, Mari, che dire, sai quanto ti voglio bene e quanto mi è piaciuto il campo estivo. L’altro giorno ho riordinato un cassetto della mia

stanza e ho trovato 2 CD: 1 di Manostalla (il primo campo) e 1 con delle foto quando ero piccolo, che però, non sono riuscito a vedere : (

Eh si, dovete sapere che io conosco Maristella da 10 anni! Un giorno di questi vi vengo a trovare a scuola

un bacio,

Manu

Care maestre sono Vittorio (un bimbo dei piccolossimi) fare il pastorello è stata un’esperienza davvero entusiasmante. Era tutto

veramente molto bello e la mia mamma ed il mio papà erano molto contenti ed emozionati, sopratutto perchè quel giorno sono stato molto bravo.

A proposito ….non è che per caso vi è rimasto un pò di quell’ottimo formaggio che ho mangiato durante la rappresentazione

del presepe? Un augurio davvero speciale a tutte voi e BUON NATALE

Vittorio

Un ringraziamento speciale a tutti per aver festeggiato con gioia il mio compleanno.

Bacini

Michele dei piccolissimi

Care tutte, vi impegnate quotidianamente con i nostri figli e riuscite dove noi non ce la facciamo!!!

Grazie

Annalisa

Un particolare ringraziamento a Jerusa per quest’anno di scuola fantastico. Il tuo modo di approcciarti con i bambini si rispecchia

ogni giorno nei loro comportamenti.

Grazie, perchè so che fai questo lavoro con amore.

Mamma di Franci

caro staff della casa della musica Silvia ha imparato molto da voi…

Se Silvia arriverà come me in prima sarà la migliore a leggere, prenderà quasi sempre 10 e lode in italiano… è proprio mia sorella

nata!

Saluti Elena!

Elena Marino

La scelta della CASA DELLA MUSICA come scuola materna per i nostri 2 bambini rimarrà tra le più azzeccate e felici della nostra vita!

Vedere crescere in armonia i propri cuccioli, vederli aprirsi agli altri e con loro crescere e imparare…grazie!

 

Rosaria

FILASTROCCA DEI GRANDONI

Arrivati Piccolini

con le mamme e i papà

che aspettavano di là

Nelle stanze si son stretti

lesti lesti eran Grandetti

Sono stati gatti e cani

con le mani nelle mani

Sono stati dei leoni

o dei dinosauri buoni

Sono stati Cappuccetto

Cenerentola e Geppetto

Sono stati coraggiosi

tristi allegri e paurosi

Sono stati predatori

principesse, orchi e signori

Sono stati mostri orrendi

con tentacoli tremendi

Sono state le fatine

che adoran le bambine

Flora, Bloom, Stella e Musa

han cantato con Jerusa

Sono stati coi mantelli

tra le selve ed i castelli

Sono stati in bicicletta

in altalena e in casetta

Sono stati anche scultori

nella stanza dei colori

La terra e l’argilla

con Gabriella

si son fatte cosa bella

Liberi o guidati

senza esser mai giudicati

Sono stati re e regine

per milioni di mattine

Sono stati suonatori

saltimbanchi e signori

Hanno riso, hanno pianto

hanno messo insieme tanto

Con Maristella

han cantato piano piano

han battuto con la mano

Insieme

hanno ascoltato

suonato e ballato

Con Maria Grazia hanno giocato

letterine hanno accoppiato

han formato tanti suoni

un po’ cattivi un po’ buoni

Han saltato, han litigato

han distrutto e han creato

Ora siamo al gran finale

ancora tocca ringraziare

Gabriella innanzitutto

che di tanti ha fatto un gruppo

Col suo garbo, il suo sorriso

ma col suo piglio deciso

Ha concesso, ha vietato

ha mediato, ha insegnato

Se oggi aman la zucchina

è per Benny che cucina

Con la sua bella risata

s’apre ogni mattinata

MariStella arriva infine

con tamburi, lacci e trine

E se Jerusa l’accompagna

è proprio una cuccagna

Maria Grazia fa da ponte

tra i numeri e le conte

Paroline, addizioni

faran rivoluzioni

nelle teste dei Grandoni

Pronti forse a traghettare

verso un nuovo grande mare

Cose vecchie cose nuove

li aspettan mille prove

C’è paura c’è sgomento

di lasciarsi c’è scontento

S’allontani la tristezza

soffia già una nuova brezza

Basta farsi accarezzare

e s’è pronti a salpare

Conservando nella testa

il ricordo di una festa

che per tre o quattro anni

s’è vissuta coi compagni

Gilda Terranova

❥ GRAZIE DI CUORE!! (QUESTO POSTO E’ SPECIALE E’ PERCHE’ VOI SIETE SPECIALI ) ❥

Iscrizioni per l'anno 2017-8

Le iscrizioni sono aperte!

Telefona!